Class Action FISAT a Genova

1 1 1 1 1 Valutazione 4.67 (3 Voti)

Class ActionCome è già noto a molti, la Questura di Genova pretende l'obbligo di iscrizione alla FITAV (Federazione Italiana Tiro a Volo) per il rilascio del porto d'armi tiro a volo e per il rinnovo. Inoltre, limitando il numero di munizioni acquistabili nel corso di validità del titolo, pone un forte limite agli allenementi degli sportivi nei poligoni. Per questo motivo FISAT ha deciso di agire partendo proprio da Genova con una campagna che andrà ad estendersi a tutto il territorio nazionale. Il 15 Maggio si terrà a Genova un'assemblea dell'associazione per presentare l'iniziativa. Ecco il comunicato stampa ufficiale.

A Genova per cambiare le cose

FISAT informa che il giorno 15 Maggio 2011 alle ore 18.30 presso il Centro Remiero di Prà Via Prà Litorale, 63° Genova Prà si terrà un’assemblea dell’associazione volta a presentare la class action FISAT contro la locale Questura.
La storia è nota ma vale la pena di essere riepilogata: la Questura di Genova, ispirata da un funzionario di storica
estrazione anti armi, è stata la prima a pretendere l’obbligo di iscrizione alla FITAV per il rilascio del porto armi per tiro a
volo ed a limitare le munizioni acquistabili nel corso di validità del porto armi limitando quindi le possibilità di
allenamento nei poligoni privati.

FISAT parte quindi da Genova per fermare in un’aula di giustizia questi continui atteggiamenti di prevaricazione nei confronti dei cittadini onesti appassionati d’armi. Come promesso, comincia quindi proprio da Genova la campagna per
concretizzare i diritti riconosciuti dalla Legge ma negati nei fatti da circolari abusive prive di reale utilità per la
pubblica sicurezza. Si riparte da Genova quindi, con una campagna che verrà lentamente estesa a tutto il territorio nazionale, per far cessare una volta per tutte la pretesa dell’iscrizione alla Federazione Italiana Tiro a Volo per il rinnovo del porto armi e l’apposizione del limite alle munizioni acquistabili con la licenza del porto armi che impedisce ai cittadini onesti di allenarsi nei poligoni privati fuori dai poligoni UITS. Partiremo da lì per cercare di cambiare le cose.

Il Presidente
Simone Ciucchi

Scarica il comunicato Originale: Link al documento

Tags: FISAT

StampaEmail