Nuovo decreto: il Governo Decide

1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (1 Voto)

FISAT ci informa che domani il Consiglio dei ministri approverà il tanto discusso Nuovo Decreto di recepimento della Direttiva Europea 2008/51/CE che, in questi mesi, ha tolto il sonno a tanti italiani appassionati di armi da fuoco, tiro sportivo e a tanti operatori del settore. Il testo definitivo sarà pubblico solo dopo l'approvazione ma quelle che seguono potrebbero essere la variazioni che sicuramente verranno introdotte rispetto alla bozza finale. Ecco il comunicato Stampa delle FISAT.

 

Comunicato Stampa Originale

FISAT rende noto che domani 22.10.2010 il Consiglio dei Ministri procederà all’approvazione del Decreto di recepimento della Direttiva Europea 2008/51/CE. Allo stato attuale la bozza del decreto – che sarà reso definitivamente noto solo dopo l’approvazione – dovrebbe prevedere alcune innovazioni che presentiamo di seguito a fianco di come doveva essere la bozza originale prima dell’intervento delle Commissioni di Camera e Senato capitanate dai rappresentanti della Lega Nord Padania
che, comunque vada a finire, ringraziamo da adesso per ciò che hanno fatto e ciò che faranno ancora in difesa dei nostri diritti di cittadini onesti:

RICARICA Bozza del Decreto prima
dell’intervento
Bozza Attuale in approvazione
POLIGONI PRIVATI Assoggettata a licenza
del Questore previo
corso UITS
SALVATA; la legislazione rimane come é
attualmente
PARTI D'ARMA VIETATA se viene
usurata una parte
fondamentale l’arma va
distrutta
Legittima se effettuata da armaiolo con
registrazione sul registro e distruzione della
parte sostituita
9 PARA VIETATO diventa arma
comune solo per export
VIETATO ai cittadini, reso arma comune solo
per export (ma ci sarà da ridere in Tribunale
perché è vessatorio, se è arma comune lo è per
tutti e non solo per gli industriali)
SOFT AIR Trasformate da
giocattoli in
“Strumenti” con obbligo
di dimensioni inferiori
del 20% rispetto agli
originali, età acquisto
anni 14
Trasformate da giocattoli in strumenti,
possono essere di dimensioni normali,
assoggettate a porto con giustificato motivo,
età acquisto anni 16, obbligo di volata rossa
per 3 cm.
REQUISITI SANITARI   Rinviati a decreto del Ministero della Sanità
     

Ora, nel raccomandare prudenza in attesa del testo finale, che può sempre essere stato rimaneggiato nelle segrete stanze del potere, rimane da considerare che se non fosse stato per la sinergia tra Ministri e Parlamentari della Lega Nord e FISAT (unica a
parlare anche in favore del softair nel proprio intervento in I Commissione della Camera) il risultato finale sarebbe stato certamente molto peggiore. Se le cose rimangono così, possiamo agevolmente dire che gli anti armi hanno tirato il loro colpo
più scorretto e che noi lo abbiamo parato alla grande, senza vacillare.

FISAT ringrazia le riviste Armi e Tiro e Soft Air Dynamics, uniche ad unirsi sin dall’inizio a questa battaglia, e tutti coloro – e sono tanti - che hanno fatto qualcosa per la causa, hanno scritto lettere, hanno sparso la voce, ci hanno sostenuto, si sono insomma battuti in prima persona per la propria libertà.

Comunque vada a finire non è il momento di riposare sugli allori; potete star sicuri che qualunque verrà scritta in quel decreto i burocrati ministeriali cercheranno di trasformarla in un divieto e ci sarà da lottare perché ciò non accada. FISAT è qua per questo; la lotta riparte quindi ancora più intensa dalla Manifestazione Soft Air di Militalia del 31 Ottobre a Novegro, dove vedremo come
tutelare ancora meglio i nostri diritti di liberi cittadini. Crepi il lupo.


Il Presidente
Mar. Ca. Simone Ciucchi

Per maggiori informazioni e contatti: http://www.campagnafisat.it

Tags: FISAT

StampaEmail