Modificare il Lee Pro Autodisk Powder Measure

1 1 1 1 1 Valutazione 4.74 (38 Voti)

La Polvere da Lancio REX, oltre ad essere una polvere conosciuta per la sua buona resa ed economicità, è sicuramente altrettanto conosciuta per la sua scarsa propensione a farsi 'dosare' dal dosatore delle presse Lee.

A causa dell'approssimazione della dosatura, ho personalmente messo subito da parte i dischi per il dosaggio (Vedi illustrazione seguente), ed il poco sicuro sistema di dosatura in base alla VMD preferendo ad essi il più versatile "Adjustable Charge bar", o dosatore regolabile, e l'indispensabile bilancina. Anche la 'Lee Safety Scale' (magari con qualche difficoltà in più rispetto ad altre bilance) fa con precisione il suo lavoro.

 

Ma è proprio con il dosatore regolabile, specialmente ricaricando il 9x21 con le tipiche dosi tra i quattro ed i cinque grani, che ho incontrato le maggiori difficoltà di dosatura con la polvere Rex. Usando i dischi dosatori, il discorso non cambia, anche se si presenta in modo minore....

 
 Polveri Rex La Polvere nel Dettaglio  Disk powder measure  dosatore regolabile - Adjustable charge bar


Il problema riscontrato è l'incostanza nei dosaggi'. Le variazioni dei dosaggi risultavano, a volte, anche oltre gli 0.2 grani. Analizzando la questione, non si tratta di un problema di scorrevolezza della polvere. La REX scorre via come acqua attraverso qualsiasi foro! Ritengo che il problema sia nella geometria interna del dosatore che, unita alla forma dei grani della REX, crea i problemi di costanza nei dosaggi.

La polvere scende dal dosatore scorrendo attraverso un foro, o meglio attraverso una guarnizione che fa anche da foro di passaggio garantendo contemporaneamente la tenuta tra il disco, che scorre avanti e indietro, ed il dispenser. Quando il foro è sotto il dispenser, la polvere scendendo lo riempie. Ma qui' che nasce il problema!

La REX è una polvere voluminosa. I granelli sono dei dischetti di circa 1,5mm id diametro e 15 centesimi di spessore di forma leggermente convessa. Il problema risiede proprio nella loro forma che tende, quando va ad intasare foro, ad impilarsi riempiendolo in modo difforme e scostante.

Scendendo dal foro del dispenser nel foro del disco, i dischetti della polvere tenodono a disporsi in modo casuale ed in maniera tale che porta a lasciare dei vuoti non riempiendo uniformemente il foro del dosatore. E questo genera l'incostanza nei dosaggi.

Se con i dischi crea problemi, ancora peggio si comporta con il dosatore regolabile, data la particolare geometria del foro che non e rotondo ma, diciamo, ovale.
Dopo aver provato varie soluzioni vado a descrivere quella che mi ha dato (sono mesi che la utilizzo), i migliori risultati in termini di costanza di dosaggio.

Spero che anche qualcun'altro la sperimenti e mi dia conferma!! In sostanza è un powder buffler ma applicato subito prima del dosatore. L'esemplare delle foto che seguono è stato realizzato in alluminio. E possibile però realizzarlo anche con del materiale più facilmente lavorabile es. Legno, Alluminio o altro materiale dello spessore di 20mm per la realizzazione della base.


Operazioni di Montaggio

Togliete le viti ed i dadi godronati originali e conservateli da parte. Si dovrà poi procedere ad allargare leggermente i fori delle viti sul dispenser. Tanto quanto basta a permettere il passaggio delle viti M4. Questo comunque non pregiudicherà l'eventuale rimontaggio, qualora voleste riportare il dosatore allo stato originale.

La piccola cava intorno al foro serve a contenere una guarnizione. La cava in origine era stata ideata per un o-ring in gomma che però faceva troppo attrito contro il dosatore scorrevole. Tra diverse souzioni sperimentate quella che alla fine ha dato i migliori risultati è stata della semplice carta assorbente da cucina. Se ne fà un rotolino del diametro delle cava e lo si infila nella stessa, comprimendolo leggermente e lasciandolo sporgere di qualche decimo di mm. Farà tenuta quanto basta per non fare andare in giro la polvere, senza fare attrito.

Ed ora la parte pratica... (Ora che ce l'hai, Guarda che ci Fai!!)

Normalmente opero in questo modo:

  • Metto la REX nel dosatore;
  • per stabilizzare il dosaggio eseguo cinque, sei o più dosature a vuoto. Scegliete voi il metodo migliore per farlo senza riempire di polvere la pressa;
  • effettuo la pesata e poi, se necessario, le regolazioni secondo la dose di ricarica da ottenere;
  • terminata la serie di dosature a vuoto metto il dispenser degli inneschi.

Poi, dopo aver controllato che gli inneschi siano al posto giusto...... si parte! Palla, leva giù, leva sù.... primo proiettile finito! (Ho una pro1000). Durante le varie prove e le varie ricariche effettuate ho eseguito sempre delle pesature che rimangono all'interno del decimo di grano ( ±0,05gr) rispetto alla pesata nominale (pesati con una RCBS505).  Il paragone tra con e senza la modifica utilizzando la REX è apprezzabile immediatamente soprattutto con il dosatore regolabile. Spero unicamente che qualcun'altro abbia la voglia di cimentarsi nella realizzazione della modifica per confrontare i risultati ottenuti, confermandone o meno la validità.
ATTENZIONE:  L'autore non si assume responsabilità per danni causati alla apparecchiatura o derivanti dalla modifica alla apparecchiatura stessa. Inoltre: Un ringraziamento ad Andrea (TSC) che ha fatto da cavia con le bozze del documento! Buona ricarica con la pro1000 e la REX!!

  • NON improvvisate dosi di ricarica senza cognizione di causa;
  • ricordatevi di pesare SEMPRE e comunque le dosature effettuate; 
  • ricordatevi sempre che dosi di ricarica non controllate possono risultare pericolose e provocare danni gravi a chi vi sta intorno, a voi e/o alla vostra arma. Voi, se non avete controllato, ve lo meritereste! Ma gli altri e la vostra arma no
  • ricordatevi che qualsiasi modifica non autorizzata dal costruttore fa' decadere la garanzia dell'apparecchiatura stessa.

Tags: DIY

Stampa Email