Fondine Fist

1 1 1 1 1 Valutazione 5.00 (1 Voto)

Breve articolo fotografico sul mio nuovo acquisto che già adoro: una fondina (IWB)= Inside the Waist Band # K-10 della FIST, ditta artigiana di Brooklyn (USA) che ho scoperto pressoché casualmente in rete. Preceduta da un passaparola degli yankee’s circa l’eccellente qualità del prodotto, mi sono azzardato ad ordinarne una per le mia G32.

Stamani è arrivata: resoconto delle prime impressioni a caldo. Nella prima vediamo foto la fondina con i suoi due attacchi così come da me prescelti: il B Hook (sopra), per il porto sul fianco forte (per cascare ritto ho scelto questo, che consente di posizionarsi se del caso anche fra i passanti cintura dei pantaloni), ed il D Hook (sotto) per il porto in appendix (questa fondina vuole sostituire la Ehud appendix, rivelatasi troppo ingombrante).

Nella seconda foto si possono vedere la finitura scabra esterna (utile affinché la fondina non si muova a contatto con le vesti), si intravede la ottima finitura interna antisgraffio (v. oltre foto 3 e 4) e soprattutto i fori allungati di passaggio delle viti per i sistemi di aggancio della fondina che in questo modello infatti possono essere variati sia in altezza che in regolazione

FOTO ED ILLUSTRAZIONI DEL PRODOTTO

 

questi gli spessori: 1 mm!!!! (nella parte di aggancio dei sistemi di ritenzione “si sale a ben” 3 mm!!) primo pano dei due sistemi B e D rispettivamente: sul B ho messo il dado, sul D la vite.
Una volta trovata la propria angolazione, consiglio di usare un frena filetti, giusto per tranquillità.
ancora un bel primo piano che esalta la finitura esterna, per me anche molto appagante all’occhio

 

il tutto, visto in proiezione di ¾ anteriore: le cuciture appaiono ben realizzate e molto solide vista degli ingombri delle viti all’interno della fondina: (temevo inizialmente che potessero sgraffiare l’arma durante le estrazioni ma poi ho, con sollievo notato, che esse non toccano minimamente, anzi: sono ben distanti dal fusto dell’arma) altra vista degli ingombri delle viti…nessun rischio

 

per chi pensasse che le inside non ritengano l’arma: in questo caso l’arma (che fa un bel “clack” quando la inserisco ed estraggo) rimane in sede anche in situazioni estreme; intendiamoci è sempre una inside ma, portata correttamente, non credo proprio che farebbe fuoriuscire l’arma. Del resto, se notate, la foto è un po’ mossa (v. sfondo letto e profilo impugnatura ): è perché stavo muovendo il tutto per testare la cosa… non casca!! si apprezza la parte anteriore della fondina: la sua sagomatura vuole rispettare il nostro corpo, quindi nessuno spigolo vivo a far soffrire… gli spazi a disposizione del Mirino standard Glock: ogni altro mirino è benvenuto..

 

indosso al suo babbino…. Dov’è la pistola? In appendix o strong side? Con vestiario adeguato, il complesso arma-fondina decisamente scompare: il queste due foto posteriori e anteriore le varie pieghe che normalmente una polo come questa crea, nascondono (anche “all’occhio che cerca”) la presenza di un’arma . Per mia esperienza di 17 anni di porto comunque l’inside risulta l’unica fondina che massimizza l’occultabilità con ogni tipo di vestiario e pertanto si consiglia in ogni occasione

questo il particolare della fondina indossata. Col sistema “tuckable and cantable”, la fondina può essere regolata in altezza di affondo e di inclinazione rispetto alla cintura: appoggiata sulla cresta iliaca praticamente si finisce per dimenticarsi di avere la pur leggera Glock. Nelle foto ho scelto il porto strong side belt, successivamente ho voluto anche provare in appendix, risultando però il calcio della pistola un po’ aderente al filo superiore della cintura. Preciso però che, per il porto verticale, la FIST produce la versione specifica dotata anche (optional) di body protection ossia il dorso lato corpo, in modo da permettere un miglior sfilamento verticale dell’arma (p.es. in vista di una SUL).

Considerazioni generali finali

La fondina pesa 40, ripeto, 40 grammi!! È impressionante: uno la prende e dice: “oddio, se la strizzo la rompo”; invece, se uno Prova, si rende conto che è davvero dura. Miracoli del kydex… Costi e tempi di produzione: la fondina cosa $49.95 a cui io ho aggiunto l’ulteriore aggancio D per altri $ 4.95, oltre spese di spedizione per € 11.40 e poi immancabile la 'ladronesca' dogana italica per altri € 13.87. Rapida somma e conversione: € 60 (la sola fondina costerebbe € 35, si badi bene) che, secondo me, li vale davvero tutti! Ma bisogna del resto considerare la soddisfazione di avere una fondina fatta davvero per voi (basti vedere sul sito http://www.fist-inc.com/ e si comprenderà come Jim Murnak, il titolare, vi fa davvero l’abito su misura, con infinite varianti… ad un prezzo tutto sommato davvero conveniente). Anche i tempi sono piuttosto lunghi: si prendono 2 mesi (non ha magazzino e le fa su ordinazione) anche se io l’ho avuta in 1.

Tags: Recensioni

StampaEmail